lunedì 30 settembre 2013

Bollettino di navigazione, 30 settembre, terzo anno in mare



Lo saprete di certo: la nave pullula di clandestini. Poi, qualcuno, decide di giurare e sbuca allo scoperto. Ma converrete con me: la nave senza clandestini non sarebbe più la stessa. Pensate a quanto sono carini, quando ad esempio, mentre sei di guardia in una fredda notte, li vedi sbucare furtivi da sotto una gomena arrotolata, oppure da dietro un barile. Ti guardano con quegli occhietti vispi ma un po' sperduti, e quando ti vedono si ritraggono un poco, poi rispondono al tuo sorriso. Oppure nel dormiveglia sottocoperta, li senti russare con le loro vocine appena sotto il legname, e il loro respiro ritmico ti concilia il sonno. Oppure quando vai a prendere la tua razione di rum, giù nei ponti più bui, nella penombra, attorno al barile, senti decine di occhietti che ti aspettano famelici, e centinaia di piccoli dentini digringarsi. E allora fai in fretta, più in fretta che puoi.

Questa settimana di fine settembre la nave è un po' in stanca: la rotta tracciata dalla mano tremolante del capitano quando è fradicio alle volte è difficile da seguire, e ci ha portato a disegnare immani fiori sull'acqua in un braccio di mare tra Botang e Palu. Ma vederete, diventerà ben dritta verso il primo porto quando scoprirà che il rum sta finendo.

Nessun nuovo imbarco (diciamo) in Giuramento, quindi nessuna allegra canzoncina piratesca questa settimana.

Però, chiacchiere varie in L'ora del tè e Taverna; poi in Libri sul comodino una nuova incorsione di (un) Panzer, e una nuova segnalazione in Segnalati da voi.

Poi, lavori in corso in Spazio autori, dove c'è un nuovo racconto (e da domani, si vota il miglior racconto di settembre), e in Allenamento è finito il gioco de La Piccola Volante (ma è attivo il loro gioco fuoribordo: I signori delle balene; non ve l'avevo detto? Adesso lo sapete). Stiamo poi ultimando gli editing della racconta di Natale a Ferragosto, anche con il contributo di Bruno; fatto questo mancano gli ultimi dettagli e poi... Ah ah ah! Conquisteremo il mondo!

Insomma, la nave procede sorretta da venti di porpora e vaniglia, tra flutti di carcadè e guaranà. Ma che vuol dire? Non lo so, però adesso non deconcentratevi e gridiamo insieme: forza capitani!

www.pescepirata.it

Il forum

Gli altri bollettini di navigazione.


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento