lunedì 11 marzo 2013

Bollettino di navigazione, 11 marzo, terzo anno in mare



Mare di Barents, minchia che freddo! Questi sono i denti che battono della PescePiratA nel suo viaggio, speriamo non l'ultimo, infilata chissà perchè tra i ghiacci, alla ricerca di tesori letterari e pubblicazioni ignote, fino ad arrivare a scrivere cose che nessun uomo abbia mai scritto (come ad esempio: frillullì, frillullà, ma che freddo fa di qua).

Questa settimana la nave si è congelata, e con lei i nostri cervelli. Voglio dire: mi sono imbarcato per passare la vita tra palme, atolli e gentil dozelle vestite di noci di cocco e gonellini di foglie, e mi ritrovo tra trichechi obesi e orsi polari. Tutto per inseguire chissà quale eschimese che dovrebbe avere chissà quale tesoro... Mah, io dico che si è congelato il cervello del capitano Black. C'entrerà qualcosa che era due giorni che correva di qua e di là per cercare del ghiaccio per il suo grog on the rocks? Mah. Dove sei capitano Anne? Torna presto, adesso che ti sei laureata, ci serve una mente un po' più analitica qua.

Così, figurarsi, nessun nuovo imbarco. E mica tanta attività.
Ma comunque non ci lascia mai il nostro Spazio autori, dove è aperta la votazione per il racconto del mese di febbraio e ci sono già tre nuovi racconti per marzo.

L'Area didattica ha il nuovo spunto di Yukie, e state all'occhio perchè arriva il prossimo.

In Allenamento si è appena conclusa l'edizione 17 del descrivere le immagini, in cui si discute ancora dei testi proposti, in attesa che parta al prossima sfida.
Anche in Editatemi c'è il lavoro di Ognibonus in corso.

Aggiungiamo due nuove recensioni in Libri sul comodino, e tante chiacchiere il Taverna, dove gli amici del La Piccola Volante ci propongono anche un loro nuovo gioco letterario.

Insomma, qualcosa si muove sotto coperta (e qualcosa si sta preparando ancora più sotto, nella cabina dei capitani: ho origliato le parole nuovo contest l'altra sera), per cui state all'occhio... Uno buono almeno ce l'avete no?

Quindi, sperando di virare e fare rotta di nuovo verso l'isola di Ascension o qualcosa di simile (e sperando di non incagliarci definitivamente in un iceberg), gridiamo con le nuvolette di vapore che ci escono dalle bocche: Alla via cosi!

Gli altri bollettini di navigazione.

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento